Sulle note della fantasia con Claudio Bastoni

Quando la musica diventa sogno…

Per il terzo anno consecutivo, Claudio Bastoni torna a Ludika 1243, portando, insieme alla sua chitarra, la sua musica sognante ispirata al mondo del fantasy e della letteratura.

Classe 1986, cantante, chitarrista e cantautore. Dopo aver militato tra il 2005 e il 2006 nel gruppo punk/rock Stockholm Syndrome con il quale ha prodotto l’EP “This is the first…”, si dedica nel 2015 alla carriera solista e al suo personale genere ribattezzato da alcuni acoustic fantasy. Il primo album “A Journey in Westeros” del 2016 è una raccolta di riarrangiamenti di musiche tratte dalla serie tv “Il Trono di Spade”, brani suonati in occasione del raduno nazionale della serie a Firenze nel dicembre 2015. In occasione del secondo anniversario, l’album è uscito in una nuova edizione speciale nel maggio 2018.

Il primo album di inediti dal titolo “Il cowboy dal Mondo Esterno” è stato presentato a Ludika nel luglio 2017 e comprende canzoni come “La finestra!” ispirata al racconto Dagon dello scrittore horror H.P. Lovecraft, “The Sword and the Arrow” ispirata ad alcuni dei personaggi della serie “Il Trono di Spade” e “Il racconto del cowboy”, commovente racconto in stile country di un nonno e di suo nipote che scoprono come anche due generazioni tanto lontane possano trovare un posto comune all’interno del mistero della vita.

Il 4 luglio 2018, in occasione dell’apertura della diciottesima edizione di Ludika, uscirà il primo concept album “Ai confini del destino” in cui il tema principale sarà il viaggio in tutte le sue forme, dalla ricerca di tesori misteriosi fino a viaggi da sogno ai confini della realtà. I primi due singoli tratti dal nuovo album sono “Inferis (damned version)” ispirata all’Inferno dantesco e “Il Pezzo da Otto” ispirata al romanzo “L’isola del tesoro” di R.L. Stevenson. Inoltre, in esclusiva per Ludika, presenterà per la prima volta dal vivo il nuovo singolo “Spancil Hill-la voce d’Irlanda”, prima edizione in italiano della famosa ballata celtica risalente al 1800.

Pronti a lasciarvi trasportare dalle sue note ai confini della fantasia?

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *